Taranto, il mese più importante. Niente errori sul mercato
LE VOCI DI MRB.IT | L'editoriale del direttore di MRB.it, Roberto Orlando

  • Roberto Orlando
  • 04 Dicembre 2018 - 11:42
 
foto Luca Barone
Vincere contro il Francavilla non era sicuramente facile, ma aver portato a casa i tre punti è certamente la cura migliore per questo Taranto, che era reduce da due pareggi in quattro gare. La squadra di Panarelli conferma l’ottimo volume di gioco offensivo, piegandosi in difesa all’unico tiro in porta dei lucani. Nessun punto guadagnato rispetto alla vetta ma la certezza che a correre per la promozione ci sono di sicuro anche i rossoblù.

IL CALENDARIO: Prima delle vacanze di Natale il Taranto è chiamato a due trasferte sulla carta abbordabili (Granata e Pomigliano, le ultime due in classifica) inframmezzate dal big match contro il Picerno mercoledì 12 dicembre. A chiudere il mese la sfida casalinga contro il Sorrento, anch’essa in zona playout e in crisi di risultati. Guai ad approcciare queste sfide badando soltanto alla classifica delle avversarie, ma occorre rafforzare la convinzione che questa squadra può crescere dove deve, rivedendo l’assetto difensivo e diventando davvero cinici sotto porta.

IL MERCATO: “ai posteri l’ardua sentenza”, come sempre, per capire se l’avvento in rossoblù dei nuovi acquisti sarà vera gloria. L’attaccante Croce non giunge a Taranto con la nomea di bomber, anche se quest’anno nelle poche presenze collezionate ha siglato tre reti. Attendiamo l’ufficialità nel valutare gli ulteriori acquisti, anche perché, notizia dell’ultima ora, sta saltando qualche affare, come ad esempio Dos Santos.

Tra sfide di campionato e mercato, dicembre si preannuncia decisivo per le sorti del Taranto: non occorre sbagliare niente, sul campo e fuori. Il pallino del gioco è in mano alla società e alla squadra adesso; massima concentrazione.
MRB.it Tag:
taranto fc