Chiacchio, 'I tempi sono troppo prematuri per risposte concrete'
TARANTO FC | Sulla possibilità di riammissione in Lega Pro, MRB.it ha intervistato l'avvocato Edoardo Chiacchio
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Edoardo Chiacchio - foto Web
Angelica Grippa | 1 Giugno 2018 - 18:33
Nel campionato di Lega Pro 2016/2017, il Taranto è retrocesso da ultimo in classifica, mentre la Vibonese è retrocessa disputando e perdendo i play-out. Successivamente si è scoperto che il Messina era stato precedentemente ammesso al campionato con una documentazione irregolare. Dopo varie peripezie legali, corsi e ricorsi vinti e persi, la Vibonese ha avuto ragione. Come conseguenza immediata, il Messina è stata allora retrocesso all'ultimo posto in classifica della Lega pro della precedente stagione. Se la Vibonese ha avuto diritto alla riammissione, d'altra parte il Taranto avrebbe dovuto o potuto disputare di fatto i play-out. C'è da aggiungere però, che per regolamento chi ha un distacco superiore agli 8 punti dalla quintultima in classifica non può disputare in nessun modo i play-out. Ma questa regola diviene nulla se si dimostra l'irregolarità del campionato, dove pare che il Messina non avrebbe dovuto esserci. A questo punto i tanti tifosi del Taranto si chiedono cosa succederà, quante possibilità esistono realmente di una riammissione e se la stessa società ha diritto ad un risarcimento danni. Noi di MRB.it l'abbiamo chiesto direttamente al legale del Taranto, Edoardo Chiacchio, che ci darà delucidazioni sulla questione che a sta a cuore a tutti.

Avvocato Chiacchio, arriviamo al sodo, ci sono speranze concrete che il Taranto possa essere riammesso nel campionato di Lega Pro?
"Io non ho letto nemmeno gli atti, né il dispositivo della sentenza sul ricorso della Vibonese, che potrebbe avere una qualche ripercussione sulla posizione del Taranto. Le dico che non sono in grado in questo momento di fare alcuna valutazione tecnico-giuridica, anche perché non sono state depositate le motivazioni, solo dopo aver esaminato le motivazioni della decisione, e solo nel caso in cui la sentenza non si è appellata, potrei dare queste valutazioni tecnico-giuridiche. Parliamo di fatti giuridici, per quanto riguarda la riammissione è un qualcosa di lontano in questo momento".

Il Taranto società, ha diritto ad un risarcimento danni per il torto subito?
"Le posso dare la stessa risposta di prima, non avendo cognizione delle motivazioni della sentenza, né io né nessuno altro è in grado di rispondere al suo quesito".

Qual è la differenza concreta che passa tra quella che potrebbe essere per la società una richiesta di rimborso o risarcimento per i danni subiti, e quella che invece potrebbe essere la riammissione in Lega Pro?
"Sono due diritti che dovrebbero eventualmente essere acquisiti solo dopo averli dimostrati, i danni devono essere dimostrati, la riammissione ad un campionato dev'essere deliberata da un organo di autorità federale, tutto questo è al momento molto prematuro".

Per quanto riguarda i tempi d'attesa, se la Vibonese ha atteso un anno per la sentenza, quanto noi dovremmo aspettare per un responso più concreto?
"E' importante sapere se la sentenza verrà appellata, e se nel caso succedesse, se la FIGC accolga l'appello, tutti elementi che saranno determinanti. Ma come le ho detto più volte, per ora è tutto eccessivamente prematuro".
MRB.it Tag:
eduardo chiacchio
taranto fc
ripescaggio