Marsili supersonico, Li Gotti salvataggio decisivo. Bene anche Lorefice e Galdean
TEAM ALTAMURA-TARANTO 0-2 | Le pagelle. Ancora si divora la terza rete, quello della sicurezza
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Andrea Loiacono | 13 Maggio 2018 - 19:40
Pellegrino: Il portierone rossoblù non deve compiere interventi particolarmente impegnativi. Nel primo tempo ipnotizza Aliperta che calcia sul palo il rigore. Nella ripresa è bene protetto dai suoi compagni e deve solo smanacciare un paio di traversoni. Voto 6
Bilotta: Partita tutta corsa e cuore per l'under di Cazzarò che ritrova stabilmente la titolarità prendendo il posto di Corbier. Un retropassaggio da fallo laterale nel primo tempo rischia di cogliere impreparata la retroguardia. Ci mette comunque tanto impegni voto: 6
D'Angelo: Sostituisce Rosania non ancora al meglio e lo fa con determinazione. Dalle sue parti non si passa. Deve faticare di più per chiudere anche sulle sbavature di Miale. Provvidenziale in un paio di chiusure in scivolata. L'imbattibilità odierna è anche frutto del suo lavoro: voto 6,5
Miale: Commette qualche sbavatura e non è la prima volta. Il temperamento non gli manca ma alle volte si concede qualche distrazione. Il capitano rossoblù esce malconcio a seguito di un infortunio. Voto: 5
Li Gotti: Prestazione generosa caratterizzata da tanta corsa e abnegazione. Nella ripresa chiude con una deviazione fondamentale lo specchio della porta da parte di Clemente. Voto: 6,5
Marsili: Il centrocampista romano è il faro della squadra, ha il compito di fara da raccordo fra i reparti come sempre e ha il merito di sbloccare la gara. La doppietta è griffata poi con un tiro talmente potente e angolato da incenerire Morelli e far impazzire di gioia i tifosi rossoblù. Voto: 8,5
Galdean: Alle volte gioca un po' nell'ombra, ma il suo apporto alla manovra di Cazzarò è essenziale. Ormai con Marsili forma un centrocampo assortito. Esce nel finale stremato dopo aver dato tutto. Voto 7
Lorefice: Partita in crescendo per il giovane esterno. Primo tempo senza infamia e senza lode, nella ripresa cresce come tutta la squadra. Sul suo apporto si può sempre contare Voto: 6,5
D'Agostino: Non è stata la sua migliore partita ma ci può stare dopo una stagione vissuta al massimo. Sfiora la rete con un tiro dal limite dell'area ma da quella posizione uno come lui poteva fare meglio. Voto 5,5
Ancora: Ginestra gli mette una marcatura stretta e lui sembra soffrire un po' nel primo tempo. Non riesce a sprigionare la sua corsa. Nella ripresa sul risultato di 0-2 riceve da Favetta la palla buona per il tris ma la spreca a due passi da Morelli. Voto 5,5
Diakitè: Il suo gioco è di difficile interpretazione. Corre a tratti e quando lo fa risulta decisivo come nell'azione del primo gol ma dovrebbe essere più continuo e incisivo. Mezzo voto in più per il cross verso il centro dell'area che ha portato alla rete di Marsili voto: 5

Favetta: Entra a poco più di un quarto d'ora dalla fine e si batte sul fronte difensivo murgiano. Serve ad Ancora la possibile palla dello 0-3. Utile negli ultimi minuti per far salire la squadra. Voto: 6
Rosania: Reduce dalla distorsione al ginocchio torna in campo sostituendo l'infortunato Miale. Fa sentire la sua presenza sulle palle alte. Preciso nelle coperture quando l'Altamura si spinge in avanti alla ricerca del pari. Voto : 6
Gori: Sostituisce D'Agostino nel recuper e per poco non firma il tris con un tiro dalla distanza. Voto: 6
Capua: s.v.

Mister Cazzarò: Conferma di avere il gruppo dalla sua parte. Lascia fuori Corbier e Cacciola coprendosi leggermente ma riesce a portare a casa la vittoria che vale la finale. Il Taranto non aveva mai vinto ad Altamura e lui ci riesce con una perfetta gestione della gara. Voto: 7
MRB.it Tag:
team altamura-taranto
taranto fc
serie d