De Giosa beffa il Taranto allo scadere. Rossoblù bloccati al 'Miramare'
MANFREDONIA-TARANTO 2-2 | Taranto in gol con Aleksic e Crucitti e in dieci per il rosso a Palumbo. 2-2 il finale
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
L'esultanza del Manfredonia sul secondo gol
Emiliano Fraccica | 3 Dicembre 2017 - 16:25
Il primo posto è sempre più lontano, e se perdi punti contro Gragnano e Manfredonia è anche giusto così. Altra gara opaca per gli ionici, che alternano buone giocate a svarioni colossali, il Taranto si conferma squadra che non riesce ad amministrare la partita e da questo ne deriva che, per il momento, non può definirsi una grande squadra. La prossima gara rischia di essere un'ultima spiaggia, e allo Iacovone sarà la corazzata Potenza a cercare di strappare al campionato un'altra pretendente.

PRIMO TEMPO: Pronti via e il Taranto passa in vantaggio: al 2' su una palla pressoché innocua scontro fra Grasso e un compagno di reparto che spalanca la porta ad Aleksic, tocco leggero e palla dentro senza nessun tipo di ostacolo. Al 21' altra ghiotta occasione per gli ospiti: Pera con un lancio al millimetro trova Corso in area, prova la conclusione ma si fa ipnotizzare da Grasso che respinge come può.

SECONDO TEMPO: Al 5' cross dalla destra a cercare La Porta, sulla sua doppia conclusione è attento Pellegrino che devia in corner. Al 7' arriva il calcio di rigore per il Manfredonia: su corner Russo viene strattonato da D'Aiello e l'arbitro concede la massima punizione ai padroni di casa. Sul dischetto si presenta La Porta che spiazza Pellegrino per l'1 a 1. Subito dopo assembramento sul cerchio di centrocampo e Palumbo decide di farsi giustizia da solo: pugno a Vatiero sotto gli occhi dell'arbitro, il direttore di gioco non può far altro che sventolare il cartellino rosso davanti agli occhi del centrocampista rossoblu. Al 10' è Pellegrino a opporsi alla conclusione ravvicinata di Amendola sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 18' punizione dal limite per il Taranto, sul punto di battuta si presenta Crucitti che con un mancino imparabile mette alle spalle di Grasso, vanamente proteso in tuffo. Al 46' Rinaldi conquista il fondo e cerca il cross, solissimo De Giosa che ha il tempo di mirare e colpire di testa per battere Pellegrino comodamente.

MANFREDONIA-TARANTO 2-2
Serie D/H 2017/18, 15a Giornata - Dom 03.12.2017
MANFREDONIA: 1 Grasso; 2 Vatiero (37'st 19 Genchi), 3 Esposito (28'st 14 Rinaldi), 5 Russo, 6 De Giosa; 8 Joof, 10 Poziello (18'st 20 Romito), 4 Martino (39'st 15 Granatiero); 9 La Porta, 11 La Forgia, 7 Amendola (28'st 17 Quitidamo). A disposizione: 12 Simone, 13 Mazzei, 16 Stoppiello, 18 Ese. Allenatore: Giovanni Baratto
TARANTO: 1 Pellegrino; 13 Bilotta, 16 Rosania, 5 D'Aiello, 97 Li Gotti; 4Corso, 89 Galdean, 27 Palumbo; 8 Crucitti; 11 Aleksic (12'st 10 Ancora), 28 Per (39'st 94 Favetta)a. A disposizione: 22 Spataro, 2 Milizia, 6 Giannotta, 15 Lorefice, 21 Miale, 32 Boccadamo, 92 Capua. Allenatore: Michele Cazzarò
Arbitro: Paride Tremolada di Monza
Assistenti: Marco Belsanti di Bari e Riccardo Pintaudi di Pesaro
MARCATORI: 2'pt Aleksic (T), 7'st rigore La Porta (M), 17'st Crucitti (T), 46'st De Giosa (M)
Ammoniti: La Forgia, De Giosa, Esposito, Granatiero (M), Corso, Pellegrino (T)
Espulsi: All'8'st Palumbo (T) per un fallo di reazione su Vatiero
Note: Angoli: 5-1. Recupero: 0'pt, 4'st. Stadio "Miramare" di Manfredonia (FG), inizio gara ore 14.30.
MRB.it Tag:
manfredonia-taranto
manfredonia
taranto fc
serie d