Pagamento in nero, la Procura Federale ha deferito Francesco Cozza
GIUSTIZIA SPORTIVA | L'ex tecnico del Taranto avrebbe rescisso il contratto ricevendo € 119.000,00
Altre di Calcio Tutte le News
Calcio Tutte le News
Francesco Cozza - foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 30 Novembre 2017 - 12:16
Il Procuratore Federale ha deferito Giuseppe Cosentino e Marco Pecora, all'epoca dei fatti, rispettivamente, Presidente e Amministratore Delegato della società Catanzaro Calcio 2011 "per aver concertato di proporre e concordare con Francesco Cozza, allenatore della prima squadra del Catanzaro Calcio 2011 per la stagione sportiva 2012/13, la risoluzione consensuale del contratto che lo legava alla Società fino al 2015, mediante la dazione ‘in nero’, allo stesso, di una cospicua somma di denaro in contanti (corrisposta nella misura di € 119.00,00), a titolo di buonuscita per il Cozza e il suo staff".

Il Catanzaro Calcio 2011 è stato deferito a titolo di responsabilità diretta e oggettiva. Deferimento che è arrivato anche per l'ex tecnico del Taranto Francesco Cozza "per aver accettato di risolvere consensualmente il contratto che lo legava alla società fino al 2015, ricevendo il pagamento ‘in nero’ di una cospicua somma di denaro in contanti (pari a € 119.000,00) a titolo di buonuscita per sé e il suo staff".
MRB.it Tag:
francesco cozza
catanzaro
giustizia sportiva