Galdean da incorniciare. Bene Palumbo, Miale, D'Aiello e Pera
TARANTO-FRATTESE 3-0 | Non bene Li Gotti e Ancora. Per Cazzarò altra partita sublime
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Pera, in gol su rigore - foto Luca Barone
Emiliano Fraccica | 5 Novembre 2017 - 17:56
Pellegrino, 6: doveva pagare il biglietto, spettatore aggiunto.
Bilotta, 6: rischia poco, sa chiudere bene le rare ripartenze avversarie.
Miale, 6.5: i colpi di testa sono tutti suoi, bravo anche in fase di impostazione.
D'Aiello, 7: monumentale in difesa, dalle sue parti non passa nessuno. Salva tutto sul quasi-harakiri di Miale guadagnandosi un mezzo voto in più.
Li Gotti, 5.5: balla un po' a causa di un Signorelli dinamico, rimane quasi sempre arretrato (dal 50' s.t. Milizia, s.v.)
Corso, 6.5: tanta sostanza in mezzo al campo, rubapalloni nato, peccato per il giallo che gli vale un turno di stop (dal 15' s.t. Rosania, 6: fa ben poco data la penuria di azioni offensive ospiti).
Galdean, 7.5: un gol splendido su punizione ma comunque prestazione da incorniciare per il regista rossoblu che di partita in partita sta prendendo in mano la squadra.
Palumbo, 7: firma il primo gol e regala vivacità e imprevedibilità al possesso palla (dal 32' s.t. Lorefice, 6: pochi palloni toccati, amministra bene il vantaggio).
Crucitti, 6: oggi non funziona tanto il suo ruolo da collante fra attacco e centrocampo, complice la difesa arroccata della Frattese, ma comunque sa gestire palla e fa respirare il reparto offensivo.
Aleksic, 6.5: leggermente in ombra nella prima frazione, si riscatta fornendo l'assist a Palumbo per l'1 a 0 (dal 30' s.t. Pera, 7: in pochi minuti costruisce palle gol, torna a dare una mano, la sua generosità viene sottolineata anche dal pubblico che lo invoca a gran voce. All'ultimo secondo in occasione del penalty con umiltà chiede al mister di poter battere, sfoderando un Panenka di tutto rispetto ai danni di Pardo).
Ancora, 5.5: non la migliore partita per lui, appare affaticato nel primo tempo, si prende un giallo inutile per perdita di tempo (dal 22' s.t. Diakitè, 6.5: qualche volta troppo lezioso, altre volte imprendibile in velocità, come in occasione del rigore procurato).

Cazzarò, 7.5: una partita sublime quella giocata dal Taranto, 3 gol fatti, 0 subiti, un possesso palla dominante e tante occasioni create, a suggellare la quinta vittoria consecutiva per continuare a credere nel sogno promozione.

Frattese, 5: evanescente in attacco la squadra ospite, in difesa inizialmente si arrocca, poi anche la retroguardia si sfalda sotto gli attacchi ionici.

Arbitro, 6.5: il sig. Simone amministra in maniera impeccabile, ottima la decisione di concedere il penalty per il fallo su Diakitè.
MRB.it Tag:
taranto fc
taranto-frattese
serie d
frattese