Genchi, 'Ho fatto il mio dovere. Onorato di aver giocato nel Taranto'
TARANTO-MONOPOLI 0-1 | 'Il Monopoli è stato più compatto e molto più squadra' - aggiunge l'ex rossoblù
Serie C Tutte le News
Calcio Tutte le News
Giuseppe Genchi - foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 15 Aprile 2017 - 17:19
"Il rispetto verso la Curva del Taranto è il minimo che potessi dare oggi" - commenta Giuseppe Genchi al termine della gara - "oggi i fischi per me non contavano nulla, anche se ho sentito anche qualche applauso. Io adesso devo solo pensare alla squadra con cui gioco ora. Ho sempre dato il massimo per i colori del Taranto e sono orgoglioso di aver onorato quella maglia. Non mi sono preso nessuna soddisfazione come può dire invece qualcuno, ho solo fatto il mio dovere".

TARANTO IN DIFFICOLTA'? "Noi siamo venuti qui a Taranto e siamo stati molti più compatti e molto più squadra. Forse è proprio quello che è mancato al Taranto oggi. Ma conosco bene questa piazza, sono in difficoltà e non è facile per nessuno giocare in queste condizioni. Anche la situazione non aiuta, al Taranto serve una vittoria per risalire. Le difficoltà di ogni giocatore si accumula in ognuno di loro e così non è davvero facile".

ADDIO E GOL "Spero che il mio gol non condanni il Taranto alla retrocessione" - aggiunge - "ma il gol ci sta, sono un attaccante e devo fare quello. Io non sono mai voluto andare via da Taranto, ho firmato per il Monopoli solo quando ho saputo che non sarei stato riconfermato".
MRB.it Tag:
giuseppe genchi
taranto-monopoli
monopoli
lega pro