A Messina un altro spareggio. Si cerca il riscatto dopo il ko con l'Akragas
VERSO MESSINA-TARANTO | Tornano Lo Sicco e Guadalupi. Pochi sostenitori alla volta della Sicilia
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Francesco Potenza - foto Luca Barone
Andrea Loiacono | 18 Marzo 2017 - 14:33
Rialzare la testa dopo la pesante sconfitta interna subita domenica scorsa contro l'Akragas. Il Taranto in partenza per la Sicilia, dove domani affronterà il Messina, ha chiaro l'obiettivo per la gara contro i peloritani. La partita di domenica scorsa ha riportato tutti con i piedi per terra e la classifica impone una pronta reazione da parte della formazione di Mister Ciullo per non farsi risucchiare nella zona play-out. Avversario di giornata, per una sfida che al “San Filippo-Franco Scoglio” non si disputa da venticinque anni sarà il Messina del tecnico livornese Cristiano Lucarelli, ex attaccante di Livorno, Parma e della Nazionale. I giallorossi hanno un passato glorioso alle spalle con partecipazioni anche alla massima serie a cavallo degli anni novanta e duemila. La piazza dunque è di quelle importanti, ma una crisi societaria senza precedenti e qualche scelta tecnica sbagliata hanno fatto si che questa, sino ad ora, sia una stagione da dimenticare. Il cambio di proprietà avvenuto di recente potrebbe portare nuova linfa ai sogni dei siciliani. Attualmente la squadra di mister Lucarelli è a ridosso della zona play-out con due punti di vantaggio sul Taranto a quota 31 ma c'è il forte rischio di una penalizzazione per il mancato pagamento di alcuni stipendi. Rispetto alla gara di andata non c'è più Pozzebon, passato al Catania mentre non sarà della gara neanche il centrocampista Musacci, conteso dal Taranto nella finestra di mercato di Gennaio. Il suo mancato trasferimento in riva allo Ionio quando tutto sembrava fatto ha infastidito e non poco la dirigenza rossoblù. Ex della partita in casa Messina sono anche Plasmati, più volte accostato nuovamente agli ionici e il fantasista Manuel Mancini. Nella partita di andata il Messina si portò in vantaggio con Pozzebon e poi fu raggiunto da un colpo di testa di Nigro. I siciliani sono reduci dal pari esterno a reti inviolate in quel di Caserta.

Per quanto riguarda lo schieramento, Mister Ciullo dovrebbe confermare il 4-3-3. Rispetto alla scorsa settimana rientreranno Lo Sicco e Guadalupi. Il primo dopo la squalifica, il secondo dopo lo stop al quale è stato costretto dopo la frattura al polso. Non saranno invece della gara Pambianchi vittima di uno stiramento e Paolucci, non ancora al meglio. Questa potrebbe essere la formazione: (3-4-3): Maurantonio; De Giorgi, Altobello, Stendardo, Som; Guadalupi, Lo Sicco, Nigro; Viola, Magnaghi, Potenza. Arbitro dell'incontro sarà il Sig. Daniele Paterna di Teramo al suo secondo anno in Lega Pro.

Per la gara in programma domani è prevista una scarsa partecipazione di tifosi rossoblu. Sono una decina i biglietti venduti per il settore ospiti. Ricordiamo che il calcio d'inizio è stato posticipato di 15 minuti da parte della Lega per dire “NO alla Violenza negli Stadi”. Palla al centro alle ore 14.45.
MRB.it Tag:
messina-taranto
taranto fc
messina
lega pro