Mongelli, 'Tempesta, passi importanti per un grande futuro'
TEMPESTA TARANTO | Continua il lavoro della squadra rossoblù Tempesta Taranto
Tempesta Taranto Tutte le News
Volley Tutte le News
Francesco Friuli | 1 Febbraio 2017 - 13:44
Continua il lavoro della Tempesta Taranto sia per quel che concerne i campionati giovanili sia sulla costruzione, nel presente e nel futuro, delle sue squadre under. Infatti, nonostante i campionati under 16, 14, 13 e Prima divisione giovani siano in corso, l'intero entourage rossoblù sta facendo in modo che nuove piccole pallavoliste possano continuare al meglio il proprio sogno. Infatti Giuseppe Mongelli, uno dei tecnici della Tempesta, e in particolar modo dell'under 13 e di una delle squadre dell'under 14, ossia la Radiologia Sg Tempesta, l'altra è la Tecnoemme, fa il punto della situazione. "L'aver diviso i gruppi dell'under 14 ci ha permesso di capire meglio alcune caratteristiche delle ragazze, potenziare il lavoro di crescita e provare a far bruciare alcune tappe alle ragazze che si sono avvicinate a questo fantastico mondo della pallavolo. Devo dire la verità, ci sono già alcune che lo hanno fatto e hanno dato il giusto valore a quella che era l'idea della società. Sia Francesco Lella sia io stiamo continuando a lavorare con questo obiettivo nella mente, selezionare le ragazze e permettere loro di crescere ancora. Siamo soddisfatti a metà anno e, di conseguenza, abbiamo posto delle basi anche per i prossimi mesi, oltre a esser pronti per un lavoro a medio termine, quando giungeranno altre ragazze e dovremo fare delle attente valutazioni. E' un po' come la selezione naturale collegata allo sport. Le ragazze giungono qui in società, si fa uno focus su quelli che sono i punti di forza e i punti deboli. Dopo lo screening parte il lavoro di potenziamento e lì si fa una nuova valutazione sui progressi compiuto per poter inserire in un contesto differente, qualora ci fosse la possibilità. Quest'anno per la Tempesta Taranto questo tipo di lavoro si fa sulle varie squadre del settore giovanile, di solito in una società va aggiunta anche la cosiddetta prima squadra che viene vista come un premio, per alcune atlete, al grande lavoro svolto in stagione. Arriveremo anche a questo in futuro, per ora pensiamo a lavorare al meglio e continuare sulla strada percorsa fino ad ora".
Se da un lato c'è questo importante lavoro, dall'altro continua l'attività agonistica. "Anche sotto questo aspetto - sottolinea Mongelli - dobbiamo essere soddisfatti. Nell'under 16 abbiamo chiuso con la Radiologia al terzo posto in un campionato in cui dovevamo solo fare esperienza. Stesso discorso in under 14 per la Tecnoemme che, comunque, avendo fermato la capolista ed essendo a metà percorso può migliorare. Siamo partiti bene in prima divisione giovani in attesa del secondo turno. Insomma possiamo solo migliorare e vogliamo farlo, sempre con gioia, divertimento e passione".

Questi ultimi 3 aspetti rappresentano un passaggio importante nella 'nuova vita' di Giuseppe Mongelli. Infatti i buoni propositi di inizio stagione si stanno rivelando dolci certezze nel corso dell'annata. "Sicuramente il mio modo di vedere la pallavolo è cambiato: dall'alto della posizione arbitrale, passando a quella dirigenziale, vivendo appieno questa esperienza da allenatore. Alla base c'è, come detto, tanta passione e voglia di far passare questo concetto: il mio grande amore per la pallavolo. Era un'esperienza che volevo fare, quella di allenare, che mi soddisfa. Sto migliorando anche io, lo dovrò fare ancora perché desidero proseguire questo percorso iniziato questa estate".
MRB.it Tag:
volley
tempesta taranto