De Giorgi, 'Abbiamo giocato con spirito di sacrificio'
MATERA-TARANTO 2-0 | 'Lo Iacovone deve diventare il nostro fortino' - aggiunge il difensore
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Francesco De Giorgi
Andrea Loiacono | 22 Dicembre 2016 - 23:59
Al termine della gara persa per 2-0 dal Taranto al "XXI Settembre" contro il Matera, il terzino destro del Taranto Francesco De Giorgi esprime il suo rammarico per la sconfitta in sala stampa.

Matera forte "Sapevamo di venire qui ad affrontare una partita di sacrifico contro una squadra forte come il Matera e così è stato. Il Matera ha attaccato sin dall’inizio dimostrando di essere una grande squadra. Noi, dal canto nostro, abbiamo tenuto bene sino allo scadere della prima frazione quando il loro vantaggio è giunto in maniera un po’ inaspettata. È stata una rete che ci ha tagliato le gambe, come del resto quella di inizio ripresa".

Infortuni "Già prima della partita eravamo una formazione non al completo, poi abbiamo subito l’infortunio di Stendardo, che è uno dei nostri uomini migliori, e le cose si sono ulteriormente complicate. Devo fare comunque i complimenti a Pambianchi che lo ha sostituito egregiamente. Abbiamo provato a rispondere alle iniziative del Matera, purtroppo non siamo riusciti a creare molte occasioni da rete".

Ammonizione "Già da qualche giornata giocavo con il peso della diffida che sarebbe potuta arrivare e questo mi ha condizionato. Senza voler fare polemica, posso dire che l’ammonizione di stasera mi è parsa ingenerosa da parte dell’arbitro. Ho toccato l’avversario col mio intervento ma il fallo è avvenuto a centrocampo. Dispiace perché sarò costretto a seguire i compagni dalla tribuna nella prossima sfida".

Campionato aperto "Siamo dispiaciuti per come sono andate le cose stasera ma negli spogliatoi ho detto ai miei compagni che il nostro campionato inizia dalla prossima gara interna contro il Cosenza. Siamo dispiaciuti di non aver portato a casa almeno un punto da Matera ma il nostro obiettivo resta la salvezza e non è certo una sconfitta contro una corazzata a condizionarci. Probabilmente, in occasione delle due reti subite potevamo essere più attenti, soprattutto in occasione del secondo gol. Abbiamo concesso al calciatore del Matera di girarsi da una posizione centrale con tre uomini sulla palla. Penso che la paura di causare un calcio di rigore abbia determinato questa situazione".

Iacovone fortino "Due settimane fa prima della sfida contro il Melfi eravamo ultimi, adesso siamo fuori dai play-out, la squadra è convinta dei propri mezzi e ha messo in mostra grande spirito di sacrificio, sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo. Adesso dobbiamo proseguire sul nostro cammino facendo punti in casa; lo Iacovone deve diventare il nostro fortino. Abbiamo già fermato la Juve Stabia e lo stesso dovremo fare col Cosenza, giocheremo per vincere".

Matera verso la B "Quella di Auteri mi è parsa la migliore formazione del campionato. Possono sicuramente ambire al salto di categoria; tra tutte quelle affrontate è nettamente quella che ci ha messo più in difficoltà.”

Taranto al completo "Sono convinto che il Taranto possa dire la sua in ottica salvezza; con il ritorno in rosa di calciatori infortunati e qualche rinforzo potremo toglierci tante soddisfazioni".
MRB.it Tag:
taranto fc
matera-taranto
lega pro
francesco de giorgi