Prosperi, 'Mi sento sempre in discussione. Abbiamo delle fragilità caratteriali'
TARANTO-VIRTUS FRANCAVILLA 2-3 | 'L'aspetto che mi preoccupa maggiormente è l'approccio ai secondi tempi'
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Fabio Prosperi - foto Luca Barone
Andrea Loiacono | 14 Novembre 2016 - 23:48
La seconda sconfitta interna stagionale contro la Virtus Francavilla per 2-3 nel posticipo dello Iacovone aggrava ulteriormente la classifica del Taranto che ormai non vince da circa due mesi. Mister Fabio Prosperi nel post gara prova a spiegare le sue scelte e il momento vissuto dalla squadra dopo il triplice fischio finale.

Idea di gioco "Ho pensato di schierare la squadra senza una vera prima punta per non dare troppi riferimenti alla difesa del Francavilla. L'idea era quella di coprirci bene a centrocampo e magari ripartire in contropiede per poi impostare il secondo tempo con uno schieramento più offensivo. È stata una mia scelta che non so quanto abbia pagato. Nel primo tempo, tuttavia, abbiamo messo in campo una buona dose di agonismo approcciando bene la gara. Abbiamo subito lo svantaggio su una grande giocata di Nzola ma siamo stati bravi a recuperare. Poi, come purtroppo accade da un po' di tempo a questa parte, abbiamo subito la rete del 1-2 all'inizio della ripresa e questo ci ha tagliato le gambe. Purtroppo questo è un aspetto negativo che non riesco a spiegarmi. In settimana ci abbiamo anche lavorato su ma senza esiti positivi. Mi assumo le mie responsabilità".

Squadra in difficoltà "Naturalmente dopo aver preso la rete del 2 a 1 ci siamo disuniti, non riuscendo a reagire e subendo il terzo gol. Solo allora si è vista la reazione della squadra quando, prima con Bollino e poi con Nigro, abbiamo sfiorato il pari. L'aspetto che mi preoccupa maggiormente comunque è l'approccio ai secondi tempi; è difficile giocare quando si va sempre sotto dopo pochi minuti".

Il tecnico non nasconde poi il suo stato d'animo per una situazione complessa che lo vedrebbe sotto esame.

Sono in discussione "Da quando ho intrapreso la carriera di allenatore della juniores mi sono sempre sentito in discussione e così è anche adesso. È chiaro che quando i risultati non arrivano un allenatore sia sotto esame".

Nessuna punizione "Quando ho schierato la formazione non ho voluto punire assolutamente nessuno. Anzi, ho portato con me anche Stendardo e Sampietro perché volevo che stessero con la squadra in panchina. Ho preso delle decisioni esclusivamente sulla base di quello che ho visto in settimana. In questo momento siamo una squadra che nel complesso ha delle fragilità caratteriali. Non si spiega diversamente la nostra perforabilità negli approcci alla gara".

Lavoro unica ricetta "Sinceramente l'unico modo che conosco per uscire dalla crisi è il lavoro. Sia io che la squadra dobbiamo continuare a lavorare; solo così potremo tornare ad ottenere risultati migliori".
MRB.it Tag:
taranto fc
taranto-virtus francavilla
lega pro
fabio prosperi