PAGANESE-TARANTO 2-0

Magnaghi disastroso. Bollino ci prova solo nel primo tempo

Partita errata per Prosperi. Maurantonio, l'unico sulla sufficienza

Simone Magnaghi - foto Luca Barone

Maurantonio, 6: prende due gol senza avere colpe, fa anche parate importanti ed evita un passivo maggiore.
Altobello, 5: sulla sua fascia è praticamente rigirato come un calzino da Cicerelli, non fornisce il solito apporto.
Nigro, 5.5: il migliore in difesa anche se ha sulla coscienza le marcature in occasione dei due gol.
Pambianchi, 5.5: molti errori, soprattutto sul 2 a 0.
De Giorgi, 5.5: uno dei pochi a fornire una prestazione decente, anche se soffre anche lui le impressionanti cavalcate di Cicerelli.
Balzano, 5: era meglio come difensore adattato, a centrocampo fa passare di tutto e di più.
Pirrone, 5: doveva essere il faro del centrocampo, ma in questa partita è più paragonabile ad un lumino dalla fiamma fioca e tremula. Viene completamente investito dalle azioni campane, praticamente assente dalla partita (dal 12' s.t. Balistreri, 5.5: in mezz'ora non si può far molto, ha poche palle ma non riesce a sfruttarle).
Garcia, 4.5: ben lontano dalle prestazioni di inizio stagione, match inguardabile per l'esterno rossoblu. (dal 4' s.t. Langellotti, 5.5: il giovane lanciato da Prosperi non può nulla in confronto ad un punteggio che è già una sentenza. Si impegna ma i risultati non sono rosei).
Bollino, 5.5: nel primo tempo il migliore dei suoi, conquista il rigore e crea qualche pericolo sulla fascia destra. Nel secondo tempo sparisce dai radar uniformandosi alla prestazione incolore dei suoi compagni di squadra.
Magnaghi, 4: disastroso e svogliato, calcia un rigore come se dovesse fare un favore a qualcuno e lo sbaglia, cammina in campo e ogni volta che ha la palla tra i piedi non sa bene cosa fare. (dal 4' s.t. Viola, 5.5: dovrebbe essere l'uomo della speranza, non riesce a far nulla come del resto tutta la squadra nella ripresa).
Paolucci, 5: avanzato nel reparto offensivo non nuoce alla difesa campana, gara evanescente e piena zeppa di sbagli.

Prosperi, 4.5: partita completamente errata, disastrosa in ogni reparto, un secondo tempo dove la squadra subiva costantemente le azioni dei padroni di casa. Nigro avrebbe potuto giocare a centrocampo e Balzano arretrato in difesa, così come stupiscono le assenze di Stendardo e Balistreri dall'undici titolare.

Paganese, 7.5: ottima gara degli uomini di Grassadonia che mettono all'angolo il Taranto per tutta la partita. Grandissimo apporto di Deli, il factotum del centrocampo, del mai domo Reginaldo, trentatreenne dal passato illustre in serie A e B che arriva al gol anche oggi, e soprattutto di un Cicerelli in giornata di grazia, ex dal dente avvelenato che ha creato numerosi pericoli alla retroguardia ionica.

Arbitro, 5: prestazione tutto sommato buona per il signor Schirru di Nichelino, tuttavia pesa sul suo giudizio il grossolano errore dell'11' del primo tempo, quando concede un rigore inventato a Bollino.


Scroll to Top