Roselli, 'A Foggia faremo la nostra gara. Lega Pro patrimonio da difendere'
VERSO FOGGIA-TARANTO | Il direttore generale del Taranto intervenuto a 100 Sport Magazine
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Aldo Roselli - foto Luca Barone
Andrea Loiacono | 21 Settembre 2016 - 22:59
Giunto in riva allo Ionio insieme alla maggior parte dello staff tecnico, il Direttore Generale Aldo Roselli si è espresso sul momento dei rossoblù. Per lui si tratta della seconda esperienza in una piazza pugliese così calda. Roselli, ospite di 100 Sport Magazine ha parlato della bella prestazione del Taranto proprio contro l'Andria: “Penso che i ragazzi abbiano disputato un'ottima gara meritando di portare a casa l'intera posta in palio. Abbiamo otto punti in classifica che in questo momento sono tanta roba considerando dove eravamo solo un mese e mezzo fa. Tuttavia penso che ce li siamo guadagnati, non esprimendo un buon calcio solo contro Siracusa in casa e Casertana fuori. Le prestazioni altalenanti sono il frutto di una squadra che lavora da poco insieme e si conosce altrettanto poco.”

Occorre pazienza: "Papagni non lo conoscevo come allenatore ma come persona, si tratta di un uomo squisito. Ha la capacità di tenere il gruppo unito e sono certo che con il passare del tempo il Taranto giocherà sempre meglio. Il gioco, con l'aumentare della condizione, non potrà che migliorare. Va detto però che è necessario avere pazienza e non essere catastrofici dopo un pari o una sconfitta. Questa è una squadra costituita da calciatori giovani come Viola, Bobb, Lo Sicco e lo stesso Bollino. L'anno scorso l'ho avuto con me ad Andria; lui è consapevole di avere una grossa occasione per affermarsi. I giovani per crescere hanno bisogno di essere sostenuti".

Società ambiziosa: "Quella del presidente Zelatore è una società ambiziosa con obiettivi importanti. Quest'anno penso che il nostro scopo sia la permanenza in Lega Pro il prima possibile, poi vedremo di toglierci delle soddisfazioni. L'ex serie C mancava da troppo tempo in questa città e va protetta e mantenuta ad ogni costo. Squadra, società e ambiente devono remare tutti dalla stessa parte".

Tifosi seguiteci: "Indubbiamente contro l'Andria il numero di spettatori è calato a causa della sconfitta di Caserta, restando però un numero importante per la categoria. Il calcio in terza serie risente troppo del risultato, è evidente però che in Campania abbiamo buttato via almeno un punto. La delusione dei tifosi è comprensibile ma chiedo a loro di starci sempre accanto".

A Foggia per vincere: "La nostra mentalità è quella di giocare sempre per vincere. Disputare un campionato tranquillo non significa scendere in campo con un atteggiamento passivo. Andremo allo Zaccheria a testa alta, consapevoli di poter fare una buona gara. Loro sono la capolista ma noi vogliamo sorprendere. Il campo a porte chiuse non sarà un aspetto decisivo, alla fine in campo si va in ventidue. Penso che questo sia un campionato molto più difficile rispetto allo scorso anno, con formazioni forti e piazze altisonanti. Starà a noi mettere il massimo impegno ed uscire dal campo sempre con la maglia sudata".
MRB.it Tag:
taranto fc
aldo roselli
foggia-taranto
lega pro