Tre gol alla Puteolana, il Taranto conquista il secondo posto
TARANTO-PUTEOLANA 3-0 | Il Taranto raggiunge l'obiettivo con un turno di anticipo

  • Emiliano Fraccica
  • 03 Maggio 2015 - 17:21
 
Marino esulta (foto Barone)
Lo Iacovone e il Taranto si danno un arrivederci alla finale dei playoff del girone H, ed è un arrivederci col sorriso data la schiacciante vittoria per 3 a 0 su una Puteolana troppo arrendevole e remissiva. Il Taranto gioca di più nel primo tempo ma segna di più nel secondo, assumendo i tratti della squadra cinica pronta a sfruttare ogni occasione. La prossima domenica (dato il secondo posto matematicamente blindato) sarà solo una passerella, in attesa di capire chi, fra Bisceglie, Brindisi, o Potenza lotterà col Taranto per inseguire ancora il sogno della Lega Pro.

PRIMO TEMPO Al 3' palla insidiosa in area campana sugli sviluppi di un calcio di punizione del Taranto dalla trequarti, Marino non riesce a deviare come vorrebbe e la palla esce sul fondo. All'8' corner di Marsili sul secondo palo con Genchi che va a colpire di testa, Iaccarino è ben piazzato e respinge. Al 14' Mignogna libera bene Ciarcià ai 25 metri ma il tiro del metronomo rossoblu si spegne sul fondo. Al 24' Porcino crossa in mezzo trovando il colpo di testa di Genchi, indirizato verso l'angolino basso, ma Iaccarino con un grande scatto di reni allontana la minaccia. Al 27' arriva il gol del Taranto: corner al veleno battuto da Mignogna su cui svetta Marino che, di testa, deposita in rete. Al 30' Iaccarino deve superarsi di nuovo, respingendo come può un ben indirizzato sinistro a giro di Mignogna. Al 35' clamorosa occasione per i padroni di casa: un retropassaggio suicida di Carezza lancia Mignogna solo davanti al portiere, il 10 rossoblu però si fa ipnotizzare da Iaccarino e deposita sull'esterno della rete. Al 37' Genchi si libera bene al limite e prova la bordata, il pallone però esce di poco.

SECONDO TEMPO Al 17' Mignogna si libera con una finta al limite dell'area, la sua conclusione però è debole e centrale. Al 29' Mignogna lancia Genchi, il cui tiro però va altissimo. Al 30' il Taranto raddoppia: Marsili riceve sui 25 metri e senza pensarci troppo scarica un siluro di precisione che si insacca all'angolino basso. Dopo un minuto altro splendido gol per i rossoblu: Ciarcià prova il tiro dai 30 metri, respinta di un difensore, e secondo tiro, al volo di sinistro, una parabola magica che va a soprendere Iaccarino. In due minuti il Taranto ammazza la partita. Al 33' la Puteolana cerca di pervenire al gol della bandiera, con Mazzeo che si intrufola in area e si presenta davanti a Mirarco, il portiere rossoblu dice però di no con un grande intervento. Al 47' ci prova Genchi facendosi largo tra le maglie avversarie, ma il suo diagonale esce di poco. Un minuto dopo è il giovane Bottiglione a provarci dal limite, il suo sinistro a giro però è bloccato in due tempi da Iaccarino.

TARANTO-PUTEOLANA 3-0
Serie D/H 2014/15, 32° Giornata - Dom 26.04.2015
TARANTO: Mirarco; Colantoni, Marino, Pambianchi; Cicerelli, Marsili, Ciarcià (35'st Oretti), Porcino; D'Avanzo (13'st Vaccaro), Genchi, Mignogna (43'st Bottiglione). A disp.: Borra, La Gioia, Leggieri, Gaeta, Ibojo, Prosperi. Allenatore: Michele Cazzarò
PUTEOLANA : Iaccarino; Carezza, Fiore, Signore; Matino, Biondi (1'st Pesce), Ammendola (42'st Casaburi), Corrado; De Oliveira, Mazzeo, Manna (19'st Fiorillo). A disposizione: Ifregerio, Valle, Paradisone, Varriale, Fernandes. Allenatore: Roberto Carannante
ARBITRO: Cristian Cudini di Fermo
Assistenti: Massimo Miccoli di Lanciano e Francesco Ciancaglini di Vasto
MARCATORI: 27'pt Marino (T), 30'st Marsili (T), 31'st Ciarcià (T)
AMMONITI: Ciarcià, D'Avanzo, Porcino (T), Biondi, Fiore (P)
NOTE: Angoli: 7-1. Recupero: 1'pt e 3'st
MRB.it Tag: