Si salvano solo D'Agostino ed Ancora. Non bene la difesa rossoblù
CAVESE-TARANTO 3-1 | Match giocato ad altissimi livelli per la Cavese di Bitetto
  • Emiliano Fraccica
  • 20 Maggio 2018 - 19:39
 
Pellegrino, 5.5: tre gol subiti, ma al di là di questo un po' di insicurezza per il portierone ionico.
Bilotta, 5.5: rende meglio nel primo tempo, nella ripresa si affloscia.
Miale, 5: tante indecisioni e palle perse, così non va.
Rosania, 5: come il resto del reparto giornata da dimenticare, sul gol di Fella immobilità completa.
Li Gotti, 5: infilato spessissimo dalle scorribande di Oggiano e Massimo, non riesce ad arginarli.
Galdean, 5: stavolta pressato a dovere sbaglia tanto e non riesce a dare respiro alla manovra rossoblu (dal 18' s.t. Favetta, 6: entra col piglio giusto e crea qualcosina).
Marsili, 5.5: la grinta c'è ma non basta, preso in mezzo dal centrocampo campano.
Lorefice, 5.5: non riesce a superare l'attenta diga dei padroni di casa, qualche errore di troppo (dal 25' s.t. Palumbo, 5: entra nervoso e rischia l'espulsione).
D'Agostino, 6.5: uno dei pochi a impegnarsi per tutti i 90 minuti, sigla il gol del 2 a 1 e cerca di essere sempre pericoloso.
Ancora, 6: ci prova per tutto il match ma non è giornata. Si conquista il rigore.
Diakitè, 5: gara da dimenticare per il 9 rossoblu, quasi mai in partita, spreca troppo.

Cazzarò, 5: partita giocata sottotono da una squadra che doveva arrivare a Cava con la voglia di vincere.

Cavese, 7.5: match giocato ad altissimi livelli dagli uomini di mister Bitetto. Taranto sempre alle corde e poco lucido.

Arbitro, 6: il signor Pelagatti a un certo punto sembra perdere il controllo della gara, poi rinsavisce nella ripresa arbitrando bene. Giusto il penalty dato ad Ancora.
MRB.it Tag:
cavese-taranto
serie d
taranto fc
cavese