Giove, 'Puntiamo a vincere i play-off. Il Taranto? E' mio e lo sto risanando'
TARANTO FC | Lunga intervista del presidente rossoblù che parla del Taranto a 360 gradi su MRB.it
  • Maurizio Mazzarella
  • 15 Dicembre 2017 - 17:02
 
Massimo Giove - foto Luca Barone
"Stiamo cedendo qualche giocatore ma verrà sicuramente sostituito" - ha dichiarato Massimo Giove a MRB.it, in riferimento al calciomercato - "ricordiamoci che abbiamo già preso Rosania, Diakitè, Favetta e Capua. In questo mercato c'erano alcuni ragazzi che volevano andar via e altri che non rientravano più nel nostro progetto. D'Aiello? Rescinderà a breve. Nelle ultime 3/4 partite non mi ha soddisfatto il suo impegno. Andrà via anche Crucitti, insieme a Corso e Aleksic, quest'ultimo già ufficializzato al Francavilla. In entrata arriverà sicuramente un difensore, un centrocampista e un trequartista. Per quest'ultimo stiamo concludendo in queste ore. Non stiamo smembrando la squadra come più di qualcuno ha detto, il nostro obiettivo è quello di disputare i play-off e vincerli".

La piazza chiede l'allontamanto di Luigi Volume. "Domenica abbiamo perso perchè qualche giocatore non ha giocato come avrebbe dovuto fare. La partita di domenica era l'unica occasione che avevamo per proseguire il nostro percorso di risalita. La piazza, però, vuole la testa del direttore sportivo. Io devo guardare prima i conti della società e per il lavoro svolto, Volume ha fatto molto bene. A qualcuno questo può non piacere ma il bilancio con lui è in ordine e anche nel mercato di riparazione stiamo riuscendo a rendere la squadra più solida senza aumentare il budget. Anche il suo rapporto con lo spogliatoio è buono, non vedo allora perchè dovrei cambiarlo".

L'episodio di violenza nel dopo Taranto-Potenza. "Si è alzato un polverone per nulla. La sera stessa mi sono sentito con il presidente del Potenza che mi ha ringraziato per la bella accoglienza ricevuta. Nel finale c'è stata un pò di frizione dovuto agli animi un pò accesi ma sono cose che in questi campionati accadono. Lo stesso mi ha confermato il tecnico Ragno che ho sentito subito dopo. Questo polverone lo abbiamo alzato noi stessi contro di noi. Accade una cosa simile a Gravina ma nessun giornalista ne parlò".

Conferenza stampa di presentazione del programma e dello staff. "Come già dichiarato, voglio prima sgomberare il campo da qualsiasi situazione ancora pendente. Prima metto a posto la situazione contabile, poi a Gennaio illustrerò a tutti il mio piano parlando dei contenuti amministrativi del Taranto Calcio. Ma si tratterà di una conferenza molto sintetica visto che il 70/80% di questi contenuti la gente li conosce già".

Il lavoro di Giove all'interno della società. "La situazione attuale la conoscete tutti. C'è una massa debitoria molto importante ma da quando sono arrivato io, abbiamo risolto molte cause e molti lodi. Lunedì saranno azzerati quelli relativi a Stendardo, Maurantonio ed Altobello. Abbiamo fatto un piano rateizzato per quanto riguarda la situazione di Aldo Roselli. E in più ci aggiungiamo che c'è da gestire la normale vita della società. Le uscite sono tante e le entrate sono poche. Ho pagato tutti gli stipendi e questo è un aspetto molto importante".

Il Taranto rimarrà a Giove anche dopo il 31 Dicembre? "Giove rimarrà nel Taranto a vita. Quando sono venuto qui non ho promesso la Champions League ma solo di ridare decoro alla mia città. E io questa missione la porta avanti con il calcio. Il mio compito è quello di risanare il bilancio del Taranto e di fare dei campionati i più alti possibile".

Il Taranto rischia il fallimento? "Assolutamente no. Stiamo pagando i giocatori, abbiamo contenuto il nostro budget e non abbiamo problematiche di nessun tipo".

Polemica sull'Assemblea dei Soci saltata. "Se volete di assemblee ne possiamo fare anche una al giorno" - aggiunge il presidente - "era stata programmata per ratificare il bilancio emesso dalla scorsa gestione e per un altro punto all'ordine del giorno. Ma è solo un atto formale, il Taranto è di Giove e so io cosa bisogna fare. Non c'è nessuno in società che possa contrastare le mie decisioni".

Gestione del Settore Giovanile. "L'Associazione Suerte mi ha prospettato un bel progetto dove sono previsti anche degli introiti per il Taranto e io da imprenditore devo cercare di essere molto attento ai bilanci. Non gestisco il Taranto per antipatie e simpatie. Il settore giovanile rimane sotto la gestione del Taranto, l'associazione Suerte collaborerà a stretto contatto con noi. Ritengo di aver fatto una buona operazione".

Polemica con la Fondazione Taras. "Preferisco parlare poco di questo aspetto. A me piaceva molto com'era negli anni passati, quando era composta da persone che ragionavano e che puntavano a tirar fuori qualcosa di importante. Adesso è diretta da gente che non ha cultura di impresa e che non sa cosa significhi vivere in una società. Mi hanno chiesto la gestione del settore giovanile e io ritengo che non abbiano le capacità per farlo".

Chi c'è dietro Massimo Giove? "Nessuno. Ho avuto tante richieste provenienti da persone che avrebbero voluto essere dei miei soci. Al momento non c'è nessuno e se in futuro cambierò idea lo comunicherò".

Ruolo di Direttore Generale. "Per il momento lo farò io. Se dovessi nominare un'altra persona, sarà comunque un avvocato, un professionista a me vicino che mi darà una mano nell'espletamento delle pratiche inerenti al Taranto".
MRB.it Tag:
taranto fc
massimo giove
serie d