Ancora, 'Momento negativo. Per uscirne bisogna solo lavorare'
VERSO TARANTO-AZ PICERNO | E sulla sfida contro il Picerno, 'Dobbiamo? vincere e dare continuità...'
  • Emiliano Fraccica
  • 12 Ottobre 2017 - 21:10
 
Cristiano Ancora - foto Luca Barone
"Ancora non abbiamo digerito questa pesante sconfitta" - ha commentato Cristiano Ancora in riferimento alla sconfitta rimediata dal Taranto a Pomigliano - "siamo in un momento negativo, non abbiamo né tempo né scusanti, dobbiamo iniziare a marciare e prenderci le nostre responsabilità. Le parole del mister nel dopo gare sono servite, ci fanno capire quanto ci tenga, vogliamo tutti uscire da questa crisi".

Il nuovo capitano Miale ha detto che siete indifendibili, è così?
"Stiamo facendo male, abbiamo poche medicine per uscirne, lavorare e stare in silenzio. La domenica il singolo giocatore non può decidere se farà buona partita oppure no, ma quello che conta è che deve metterci tutto se stesso".

Come si esce da questa crisi? Avete parlato con il capitano?
"Abbiamo? parlato molto e ci siamo confrontati, è il terzo anno che passo una crisi a Taranto, ora la situazione è un po' più complessa. L'anno scorso avevamo lo stadio pieno ed eravamo pronti a subire le pressioni. L'unica cosa che possiamo fare per riportare gente allo stadio è uscire da questo momento e cambiare i risultati".

Contro il Picerno è partita da vincere?
"Si dice che non bisogna guardare la classifica, ma io la guardo e secondo me è uno stimolo in più. Dobbiamo? vincere e dare continuità, ci dobbiamo ritrovare e mostrare le nostre qualità".

Nel reparto offensivo manca la cattiveria giusta?
"Stiamo facendo male tutti, non è giusto dire che solo un reparto sta facendo male, dobbiamo prenderci le responsabilità tutti insieme".

Che ruolo preferisci?
"Stiamo cercando? di trovare l'assetto giusto, dove mi mette l'allenatore sto, a prescindere dal ruolo dobbiamo? lasciare tutto sul campo".

Tra Cozza e Cazzarò non c'è stato nessun cambio, qual è il malessere?
"Ci andiamo noi in campo, ci siamo parlati, se perdiamo 3 a 0 a Pomigliano l'allenatore c'entra poco, si esce dalle crisi con i risultati e ci si riprende".

Nei primi tempi date di più che nella ripresa? Trovate difficoltà a dosare energie?
"Non è sicuramente un problema fisico, è difficile mantenere la calma quando siamo sotto stress, i problemi sono di concentrazione".

Come giudichi il comportamento dei tifosi a Pomigliano?
"Si sa com'è il tifoso tarantino, passionale, a volte qualcuno perde la calma. Ci hanno squalificato il campo ma domenica conta vincere. Ho avuto il piacere di giocare con lo stadio pieno, ora è più difficile giocare in quest'ambiente".
MRB.it Tag:
taranto fc
cristiano ancora
serie d