I rossoblù in piena emergenza cercano la vittoria contro i 'lupi'
VERSO TARANTO-COSENZA | Allo 'Iacovone' arriva il Cosenza, reduce dal cambio di allenatore
  • Andrea Loiacono
  • 29 Dicembre 2016 - 12:09
 
Alessio Viola - foto Luca Barone
Si disputa oggi la seconda giornata di ritorno nel girone C di Lega Pro. Il Taranto, dopo la sconfitta per 2-0 subita ad opera del Matera proverà a chiudere nel migliore dei modi questo 2016 caratterizzato dal ritorno tra i professionisti. La classifica vede gli ionici un solo punto distante dalla zona rossa e un risultato positivo sarebbe auspicabile oltre che propedeutico all'avvicinarsi del calcio mercato nel corso del quale qualcosa dovrebbe muoversi in riva allo Ionio fra arrivi e cessioni.

Ma prima c'è da affrontare il Cosenza, una squadra partita in questa stagione con l'obiettivo di figurare tra le prime 5-6 del torneo e ambire ad un piazzamento play-off. La rosa allestita dalla dirigenza calabrese è composta da calciatori come Gambino, vecchia conoscenza del Taranto, Statella, bomber dei silani con 7 marcature e Baclet, per un reparto offensivo che è sicuramente il più pericoloso dei lupetti. Nonostante questo però, i calabresi sono reduci da tre sconfitte nelle ultime sei giornate ed hanno pareggiato per 1-1 nell'ultimo match, il derby con il Catanzaro. Risultato che è costato l'esonero dalla panchina all'ex del Taranto Giorgio Roselli con la squadra affidata temporaneamente all'allenatore in seconda De Angelis.

Passando al Taranto, non se la passano meglio Prosperi e De Gennaro che dovranno letteralmente inventarsi la linea di difensiva a causa delle defezioni di Altobello, Stendardo e della squalifica di De Giorgi, uno dei migliori sino a questo momento per il Taranto. A queste assenze si aggiunge quella di Elio Nigro ancora alle prese con la distorsione alla caviglia. Ecco allora che la difesa diventa un rebus con il solo Pambianchi centrale di esperienza. Som, ultimo arrivo in casa rossoblù non dovrebbe esordire dal primo minuto a causa di una condizione ancora non massimale come dichiarato dallo stesso tecnico De Gennaro nel corso della conferenza di presentazione del match.

Proviamo dunque ad immaginare il probabile schieramento(4-3-3): Maurantonio; Boccadamo, Russo, Pambianchi, Balzano; Lo Sicco, Sampietro, Bobb; Paolucci, Viola, Magnaghi. L'arbitro dell'incontro sarà il Sig. Manuel Volpi della sezione di Arezzo.

Il Taranto ha già battuto due volte il Cosenza in questa stagione. La prima in campionato a Cosenza con il punteggio di 1-0 per gli ionici grazie ad una prodezza di Bollino, la seconda nell'ultimo turno di Coppa Italia disputato allo Iacovone terminato ai calci di rigore dopo l'1-1 del match regolamentare. In campionato i precedenti vedono sorridere il Taranto. Su 26 gare, 20 sono le vittorie del Taranto, 3 i pareggi e altrettante le vittorie del Cosenza. L'ultimo precedente a Taranto nella stagione 2010-2011 fece registrare la vittoria del Taranto per 1-0 grazie alla rete di Girardi e alla super parata di Bremec sul rigore calciato da Biancolino in pieno recupero.

Per la partita odierna, nonostante la riduzione dei prezzi dei biglietti, la prevendita non è stata eccezionale e le condizioni meteo avverse potrebbero tenere lontano dai gradoni dello Iacovone il pubblico della grandi occasioni. Tuttavia è facile stimare comunque in quattromila unità le presenze di tifosi ionici. Calcio d'inizio alle ore 20.30.
MRB.it Tag:
taranto fc
taranto-cosenza
lega pro
cosenza